Associazione Europa Cultura – Italia

 

Organizzazione senza fine di lucro

 

Sede Legale: Via Mercatovecchio, n. 28 c/o Studio Tapparo

 

 33100 Udine (UD) Cod. Fiscale 92250430284

 

www.aeceuropa.eu - eurosportello@aeceuropa.eu

 

 

Sostieni la nostra Associazione – iscriviti nelle nostre sezioni territoriali

 

RICHIESTA ADESIONE AEC

 

 

 

 

 

Troppo tempo passato e fiumi di parole e promesse non mantenute mentre la popolazione del Centro Italia - duramente provata dal sisma del 2016 - guarda sfiduciata alla ricostruzione che non parte, ai fondi donati spesi in modo anomalo e non a loro favore diretto, ma una soluzione deve ora uscire dal cilindro della burocrazia e dallo Stato: Ricostruire Subito, senza indugi o incertezze.

 

Lo chiedono con forza singoli cittadini, gruppi e comitati, amministratori e tecnici, in una sola parola: Tutti.

 

Dalla riunione tenutasi i primi di maggio a Campi di Norcia è sorto il “Comitato Spontaneo Organizzatore 1 Giugno” che ha redatto la bozza del programma della manifestazione da tenersi a Roma per chiedere con decisone l’avvio della Ricostruzione.

 

Sono previsti quattro sit-in di protesta a partire dalle 8 di mattina: Grisciano di Accumoli (RI), Norcia (porta ascolana, PG), Maddalena di Muccia (MC), Preci (PG).

 

Alle 14:30 il Popolo dei Terremotati si riunirà all’area di servizio Roma Nord e da lì proseguirà fino al raccordo anulare con i propri striscioni.

 

 

 

UNICA GRANDE OPERA: RICOSTRUZIONE SUBITO

Il Popolo dei Terremotati manifesta il 1 Giugno a Roma

La data fissata per il dopo –elezioni per non essere oggetto di manipolazioni da parte di forze politiche o sindacati.

Anche il “Coordinamento Nazionale AEC Alluvionati e Terremotati Italiani” darà il suo apporto alla manifestazione coinvolgendo tutte le forze e i referenti presenti nelle quattro regioni, mettendo a disposizione i propri professionisti e volontari per far giungere la voce dei terremotati in modo incisivo nelle sedi più idonee.

 

 

“Abbiamo atteso passasse il periodo sensibile delle elezioni amministrative ed europee per promuovere delle manifestazioni pubbliche”

 

commenta la presidente della AEC Europa Italia, Mariapaola Meli

 

“troppo facile <<cavalcare>> l’onda dello sdegno e della delusione popolare per ottenere un ritorno d’immagine a scopo elettorale. Anche alcuni nostri referenti delle varie regioni sono in diverse liste”

 

prosegue la Meli

 

“lo stesso presidente del Coordinamento Nazionale AEC Alluvionati e Terremotati Italiani, il dr. Antonio Maria Rinaldi è candidato alle Europee e proprio per il Centro Italia. Per questo motivo ci attiviamo solo ora e sosterremo la stesura del documento da presentare alle forze di Governo e al nostro Tavolo Tecnico Permanente AEC sulla Sicurezza del Territorio, al quale già numerosi Sindaci, Enti, Sindacati e Professionisti hanno dato la loro disponibilità a partecipare e per il quale è stato affidato il ruolo di coordinatore al dr. Pietro Mazzuca”.

 

 

 

 

 

L’Associazione Europa Cultura Italia, organizzazione non governativa che da anni aiuta cittadini e aziende a risollevarsi da eventi calamitosi (Coordinamento Nazionale AEC Alluvionati e Terremotati Italiani), sostiene il progetto denominato Belt and Road Initiative (La Nuova via della Seta), lanciato dal presidente della Repubblica Popolare Cinese Xi Jinping coinvolgendo oltre 152 Paesi.

 

A tal fine è stata avviata la costituzione di due Consorzi, il “Consorzio AEC Eccellenze Italiane” e il “Consorzio AEC Nuova Via della Seta”, ai quali le Aziende italiane espressione delle <<Eccellenze Italiane>> potranno aderire.

 

Questo grazie alla iniziativa della AEC Europa Italia che si è resa parte attiva a sostegno del viaggio VENEZIA PECHINO A/R con OVELAND - Più di 20.000 km e oltre 14 nazioni attraversate tra andata e ritorno

 

La prima parte del viaggio, è resa possibile grazie al progetto avviato dalla associazione AIKAL, che conta sul patrocinio dell’Ufficio Nazionale del Turismo Cinese, del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, dell’ICE Istituto per il Commercio Estero, della RAI, dell’Accademia della Cucina e diversi Enti nazionali e regionali.

Nelle capitali degli Stati attraversati saranno organizzate Convention e Incontri tra le imprese italiane e i potenziali partner economici dei paesi ospiti.

 

Il Video della Presentazione

https://youtu.be/5xIB2v_-VWs

 

 

 

Dalla Nuova Via della Seta VENEZIA PECHINO alla presentazione della “Esposizione Mondiale permanente della Cultura della Alimentazione e della Civiltà della Tavola” a DUBAI per EXPO 2020

 

VENEZIA - PECHINO – DUBAI

ovvero Oriente e Occidente insieme per costruire un dialogo da Expo2015 a ExpoDubai2020

La Carovana ritornerà dalla Cina in Italia attraverso il percorso della Via della Seta più a Nord, attraverso la Russia. Questa volta parteciperanno tutte le aziende Cinesi che desiderano scoprire l’Italia e partecipare al road show, di regione in regione, alla scoperta delle Eccellenze artistiche, storiche e commerciali del <<Bel Paese>> che hanno partecipato al viaggio di andata a Pechino.

 

 

 

L’esperienza reale, il racconto, le interviste e la descrizione dei partecipanti a questo innovativo viaggio, saranno visibili in tutto il mondo tramite:

  • Web Camere sempre attive via satellite per seguire la carovana lungo il tragitto.
  • Importanti e conosciuti blogger e youtuber racconteranno in chiave fresca, giovanile e moderna l’avventura.
  • Un programma televisivo tramite una troupe che riprenderà costantemente tutti i momenti più importanti del viaggio, giorno dopo giorno, tappa dopo tappa.
  • Un sito internet “Carovana della Via della Seta” per seguire il viaggio tramite un sistema integrato di mappe, fotografie e link.
  • Una telecamera 3D registrerà i momenti più spettacolari con la visione virtuale.

Il rientro in Italia per gli ospiti avverrà in aereo.

 

La seconda parte del viaggio, promossa dall’Associazione AIKAL, farà meta negli Emirati Arabi Uniti per l’EXPO DUBAI 2020, dove sarà presentata la

Esposizione Mondiale Permanente della Cultura dell’Alimentazione e della Civiltà della Tavola”, che avrà sede a Venezia.

Anche in questa occasione le aziende che fanno parte del <<Consorzio AEC Eccellenze Italiane>> potranno essere presenti. Per informazioni e adesioni: italia@aeceuropa.eu

 

 

 

 

 

AEC EUROPA promuove il Progetto La Nuova Via della Seta e seleziona Enti e PMI da inserire nel CONSORZIO AEC ECCELLENZE ITALIANE

 

La Associazione Europa Cultura – Italia per rispondere alla crescente richiesta da parte delle aziende colpite da eventi naturali che necessitano di un rilancio strutturale e di nuovi mercati per risollevarsi, avvia le trattative per selezionare e unire in un apposito Consorzio di partnership pubblico-privato tra Enti e Piccole e medie imprese.

 

Particolare attenzione viene rivolta verso le imprese del settore eno-gastronomico, dell’artigianato tradizionale, della moda e turistico - ricettive. Dovranno corrispondere ad un modello di qualità, genuinità e di eccellenza verificato da professionisti convenzionati con la AEC Europa Italia. Questa condizione è il punto indispensabile per essere presentati e garantiti nei Paesi che fanno parte dell’area BRI (Belt and Road Initiative) ovvero la nuova via della seta, che ha lo scopo di implementare gli scambi economico - commerciali nella sfera euroasiatica e non solo.

 

 

In quest’ottica la AEC Europa Italia partecipa fattivamente nel Progetto Venezia-Pechino Overland, promosso da Aikal. Entro settembre 2019 dovrà essere data la conferma alla partecipazione al viaggio dei camper che porteranno alla fine dell’estate del 2020 le Eccellenze Italiane lungo la via della seta.

 Per contatti inviare una e-mail a italia@aeceuropa.eu

 

 

Questa nuova frontiera è fortemente voluta dai governi delle nazioni economicamente coinvolte nel progetto, basti pensare che l’Italia ha già in essere interventi in tema di sviluppo dei porti italiani, dove la Cosco (China Ocean Shopping Company) ha già acquisito il 40% del porto di Vado Ligure e aumentato la presenza nel Porto di Venezia attraverso l’Ocean Alliance.

Inoltre, per permettere l’adeguamento dei porti dell’alto Adriatico, Venezia Trieste e Ravenna hanno aderito alla North Adriatic Port Association (Napa) puntando alla realizzazione di Hub internazionali nell’Adriatico insieme ai porti di Capodistria e Fiume. Per i tre porti italiani si stima un investimento di oltre 2 miliardi di euro, con la partecipazione al consorzio Napa di ICBC (Industrial and Commercial Bank of China).

Fonti accreditate indicano che già oggi i Paesi dell’Area BRI acquistano circa il 27% dell’intero export italiano con una stima di crescita nei prossimi quattro anni pari ad oltre il 25%. Gli scambi commerciali con la sola Cina ammontano secondo l’Observatory of Economics Complexity, ad un importo annuo pari a 43 miliardi di dollari.

 

 

 

 

SAE CAMERINO SENZA METANO: PROBLEMA RISOLTO IN POCHE ORE

 

Risolta dal Coordinamento Nazionale AEC Alluvionati e Terremotati Italiani, in abbinamento con il Comitato marchigiano “La Terra Trema Noi No” rappresentato dal referente del Coordinamento Nazionale Diego Camillozzi, una drammatica situazione che poteva portare ulteriori scompensi e disagi ai terremotati del Centro Italia costretti dopo anni a vivere un nuovo inverno all’interno delle “baracche”, le SAE, fatte costruire dal Governo a costi elevati e senza avere i requisiti ideali per poter trascorrere un periodo gelido come quello che sta arrivando in questi giorni. https://wp.me/patAsz-29

 

Novità nel Terzo Settore per quanto riguarda

 la struttura organizzativa della AEC Europa Italia,

 Organizzazione senza fine di lucro, da anni attiva nel settore della difesa dei diritti dei cittadini consumatori, contribuenti, utenti e risparmiatori.

A breve gli aggiornamenti...

 

Donazione Solidale di Coperte per i Terremotati del Centro Italia

 https://wp.me/patAsz-2j

 

 

Eccellenze italiane presentate alla seconda edizione dell’evento internazionale EXTRAORDINARY FOOD AND WINE tenutosi dal 26 al 28 gennaio 2019 presso l'Hotel Monaco & Grand Canal a Venezia

 

La presenza dei referenti della Associazione Europa Cultura Italia – Settore Turismo ed Enogastronomia, curato in collaborazione con il Dr. Giampietro Comolli nella veste di esperto enogastronomico e di distretti produttivi, è stata propedeutica alla raccolta di contatti e informazioni utili alla prossima realizzazione della Collana Editoriale “Eccellenze Italianehttps://wp.me/patAsz-2R

 

#EMERGENZA MALTEMPO

VEDI LA PAGINA DEDICATA

 

Coordinamento Nazionale AEC Alluvionati e Terremotati Italiani

VEDI LA PAGINA DEDICATA

 

 

La Associazione Europa Cultura si fa in Quattro VEDI LA PAGINA DEDICATA

 

Oltre un decennio di attività a favore degli interessi del Cittadino contribuente e consumatore, di valorizzazione del Patrimonio artistico, culturale, storico italiano ed europeo; più di quattrocentomila contatti diretti o tramite i social; decine di Comitati tematici costituiti e operativi nei vari settori della vita quotidiana. Questo in sintesi l’operato della Associazione Europa Cultura.

Oggi si compie un importante passo avanti.

La Associazione Europa Cultura apre infatti diversi Comparti Federati per offrire una sempre maggior presenza e sostegno a favore della Sicurezza del Territorio, della Corretta Informazione, della Difesa degli Interessi Collettivi e del Rilancio dell’Economia delle aziende colpite da calamità e dalla crisi sempre crescente e, non ultimo, la Promozione delle Eccellenze del territorio con il potenziamento del Turismo come motore trainante del nuovo Rinascimento Italiano.

 

Quattro i Comparti, diretti da Professionisti altamente qualificati che sono il fulcro di questo brand suddiviso in sei Macro-Regioni.

  • Comparto Difesa interessi del Cittadino, della Collettività e della Multiproprietà;
  • Comparto Difesa e Sicurezza del Territorio con valorizzazione del patrimonio artistico e demaniale dello Stato con un Tavolo Tecnico-Operativo Permanente;
  • Comparto Turismo ed Enogastronomia;
  • Comparto Economia e Finanza.

 

 

“TAVOLO TECNICO PERMANENTE AEC sulla SICUREZZA del TERRITORIO

vedi INVITO (in formato Pdf)

 

La nostra associazione è un’organizzazione apartitica e senza fini di lucro. Svolge attività di sostegno, formazione, informazione e difesa dei diritti di tutti i cittadini.

Siamo affiliati alla AEC Europa, nata nel 2006 con sede a Bruxelles e poi trasferita nel 2009 in Italia. Ci prefiggiamo tra le nostre varie attività solidali il recupero e la salvaguardia dei beni storico artistici per promuoverne e curarne il loro ripristino e riutilizzo per fini sociali, abitativi, artistico/culturali, sportivi, turistico alberghieri, per la cura ed il benessere del fisico e della salute delle persone e degli animali. Particolare attenzione viene riservata alla ricerca, la salvaguardia e la formazione delle attività, arti e mestieri in via di estinzione.

L'Associazione tutela i diritti della salute e degli interessi individuali e collettivi dei cittadini anche nella loro veste di contribuenti consumatori e utenti, nei confronti di qualsiasi soggetto, promuovendo azioni giudiziarie o intervenendo in giudizi civili e penali, attraverso la costituzione di parte civile per il risarcimento del danno derivante dalla lesione d’interessi collettivi concernenti le finalità generali perseguite dall'associazione, ivi compreso il danno ambientale.

L'associazione gestisce per conto della AEC Europa l'Eurosportello AEC per la Difesa del Cittadino – SPORTELLO AMICO che attraverso il Centro Servizi AEC si avvale del contributo di professionisti e consulenti convenzionati con l’associazione. Lo sportello è a disposizione di quanti hanno delle problematiche, dubbi o reclami verso Enti pubblici o Privati e Aziende erogatrici di servizi e beni.

 

 

ANNUNCIO IMPORTANTE

 

Riaperte le adesioni a sostegno delle iniziative AEC di Difesa degli interessi dei Cittadini Contribuenti, Consumatori, Risparmiatori e Utenti.

 

Notevoli i risultati finora ottenuti in oltre vent’anni di attività avviate dai soci fondatori:

  • Migliaia di Conciliazioni e Pratiche andate a buon fine;
  • Oltre 500 mila nominativi contattati direttamente o tramite il web;
  • 50 Gruppi tematici attivi con 12.929 iscritti;
  • 45 Pagine tematiche con 12.418 “mi piace”
  • Milioni di visitatori annuali confermano la tendenza degli italiani – e non solo – a seguirci nel Web.

 

Questi alcuni Comitati e Gruppi costituiti e federati alla AEC Europa:

 

 

Di recente abbiamo dato vita ai seguenti Gruppi:

  • Gruppo AEC Difesa Multiproprietari Italiani;
  • Gruppo AEC Difesa Agricoltori e Allevatori Italiani (Azione Collettiva per le Quote Latte);
  • Gruppo AEC Difesa Utenti della Strada (Stop Autovelox Vessatori);
  • Consorzio AEC Eccellenze Italiane;
  • Consorzio AEC Nuova Via della Seta.

 

Per aderire scaricare, compilare e firmare l’apposito modulo firmare ed inviare con la fotocopia del documento di identità e del versamento effettuato alla e-mail eurosportello@aeceuropa.eu indicando eventualmente a quale Gruppo o Comitato si intende partecipare.

 

Associazione Europa Cultura – Italia - Organizzazione senza fine di lucro che ha dato vita al suo interno le seguenti realtà:

Coordinamento Nazionale AEC Comitati Alluvionati e Terremotati Italiani - Comitato Alluvione Veneto - Comitato Nazionale AEC Class Action JOHNSON & JOHNSON – Comitato Nazionale Tutela Ambiente e Salute - Comitato Danneggiati Fallimento Acquamarina Srl - Gruppo AEC Difesa Agricoltori e Allevatori Italiani - Gruppo AEC Difesa Utenti della Strada - Gruppo AEC Difesa Multiproprietari Italiani - Tavolo Tecnico Permanente AEC sulla Sicurezza del Territorio - Gruppo AEC Via Artigianato e Commercio Solidale - Eurosportello AEC Difesa del Cittadino – Sportello Amico - Gruppo AEC Salvaguardia del Patrimonio Pubblico - Gruppo AEC Turismo ed Enogastronomia - Gruppo AEC Cultura e Spettacoli - Gruppo AEC Commercio Equo e Solidale - Gruppo AEC Lavoro e Sicurezza - Comitato Nazionale AEC Ricostruzione Ecologica (CNRE) – CONSORZIO AEC ECCELLENZE ITALIANE – CONSORZIO AEC NUOVA VIA DELLA SETA.

 

Conclusa con successo la prima parte dei convegni organizzati dal “Popolo dei Terremotati AEC” alla “Borsa MULA” a San Benedetto del Tronto.

Si passa ora alla fase del Tavolo Tecnico Permanente per arrivare alla conclusione della ricostruzione e al rilancio dell’Economia del territorio che si ottiene anche attraverso investimenti in Agricoltura, Enogastronomia e Turismo.

 

Terremoto Centro Italia la svolta: passiamo ai Fatti, basta Parole.

Il tema portante degli incontri organizzati dal “Popolo dei Terremotati AEC”, espressione del Coordinamento Nazionale Alluvionati e Terremotati Italiani della Associazione Europa Cultura, alla Borsa del Turismo del Centro Italia “MULA” che si sono tenuti il 25 agosto e il 1 settembre 2018, è stato quello della necessità di dare ossigeno e sostegno alle attività del territorio colpito dai terremoti, fattore questo indispensabile per la rinascita.

 

Si è discusso molto del tema sicurezza del territorio, della irreversibilità nel procedere di pari passo tra la ricostruzione degli edifici pubblici con quelli privati, lasciando da parte la lentezza della Burocrazia e uniformando gli sforzi, come evidenziato negli accorati interventi di Sergio Pirozzi, ex sindaco di Amatrice e attuale consigliere regionale del Lazio.

 

Ha infatti lanciato messaggi forti e chiari affermando che “non si deve far passare il messaggio che va tutto bene. Abbiamo ancora il 50% delle macerie da rimuovere e gran parte delle opere finora effettuate sono state possibili solamente grazie alle Donazioni private”.

“Si tratta di Una aperta violazione della libertà di ciascuno di disporre del suo”

Commenta Maria Paola Meli, presidente dell’Associazione, richiamandosi a quanto ribadito dal Professor Mario Bertolissi, Costituzionalista e Docente di Diritto all'Università di Padova.

#SMS solidali

 

 

ANNUNCIATA AZIONE COLLETTIVA CONTRO LE DONAZIONI SOLIDALI (SMS e varie) CHE VENGONO UTILIZZATE PER OPERE PUBBLICHE INVECE DI CONSEGNARLE DIRETTAMENTE AI DANNEGGIATI.

 

Progetto

“CASA ITALIA – ECOLOGICA – ANTISISMICA E SOCIALE”

Viviamo un momento storico della nostra economia anche a seguito degli ultimi eventi sismici che hanno colpito la nostra Italia.

RICOSTRUIRE E RIEDIFICARE L'ITALIA SI PUO' MA CON UNA POLITICA ADEGUATA E PARTECIPATA DAI CITTADINI

Dalle macerie delle case distrutte dal violento sisma che ha sconvolto l'Italia Centrale si alza forte il grido dei superstiti: VOGLIAMO UNA CASA SICURA, ANTISISMICA e che sia la vera Fortezza per la Famiglia. Basta crolli e lutti

Sprechi enormi di danaro pubblico e personaggi che non hanno ancora pagato per il danno provocato allo Stato..... un miliardo 751 milioni che servirebbero per finire le 683 opere pubbliche incompiute censite dal ministero delle Infrastrutture e dall’Ance. Un esempio fra tutte.... Roma la Città dello sport Le Vele di Calatrava già costata 200 milioni e che forse non sarà mai terminata. Per completare l’opera avveniristica, che si trova a Tor Vergata, servirebbero altri 426 milioni. Con quei soldi QUANTE CASE PER I TERREMOTATI SI POTREBBERO COSTRUIRE?

(vedi il testo completo della nota)

VENETO NEWS

 

Storia di una Grande Opera impattante e onerosa

Cui Prodest?

 

AUTODROMO VENETO MOTORCITY

(vedi approfondimento)

 

Ma di quale progetto e Grande Opera si tratta?

Questi i numeri principali:

Opere previste nel “MOTOR CITY” su un’area complessiva di 458 ettari, sarà realizzato un TOTALE pavimentato lordo di 1.145.000 mq, con Investimenti di circa 1,5 miliardi di Euro (2.900 miliardi di ex lire) di cui 70 milioni per il solo acquisto dei terreni (15,5 euro al mq) con investimenti pubblici per 424 mila euro;

La 3° grande opera veneta dopo il passante di Mestre e il MOSE.

Altro esempio di sperpero di danaro pubblico a danno dei cittadini e nel bilancio 2015 del Governo Italiano si riporta: SPESE PER IL COMPLETAMENTO DEL POLO NATATORIO VALCO SAN PAOLO stanziate 2.926.920,77 – spese 1.614.647,10

C’è anche la devastante operazione della città dello sport di Tor Vergata, per cui sono stati inutilmente spesi 250 milioni di euro: per completare quella cattedrale nel deserto così faraonica da aver richiesto per una sola delle due vele metalliche di copertura tanto ferro quanto quello impiegato per la Tour Eiffel, ne servirebbero ora almeno altri 400..

(vedi Nota completa)

 

Sisma Italia Centrale.

Il POPOLO dei TERREMOTATI trema di Paura per il crollo della propria Casa, mentre il Governo plaude allo SPERPERO assurdo delle GRANDI OPERE FARAONICHE.

Quasi 500 Milioni di euro gettati in una "NUVOLA".

 

Ancora una volta il #PopolodeiTerremotati urla allo scandalo.

Il Governo invece di investire i fondi con CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO per la SICUREZZA degli edifici e la SALVAGUARDIA DELLE VITE DEI CITTADINI, arrivando ad un DEFINITIVO CAMBIAMENTO del PATRIMONIO IMMOBILIARE ITALIANO, pensa solo a sperperare le risorse di SOLDI DEI CITTADINI.

Tangenti alle Terme: connessione al "malaffare" inerente il fallimento Acquamarina srl - le polizze fidejussorie fasulle - interferenze con il "sistema" dei clan malavitosi. (vedi articolo)

Tangenti alle Terme: connessione al "malaffare" inerente il fallimento Acquamarina srl -atto secondo - Le parti in causa - (vedi articolo)

Osservatorio Veneto sul fenomeno Mafioso di Vincenzo Guidotto

legami tra politica e imprenditoria locale e richiami all'affare "Sciacca". (vedi articolo)

Intrecci tra Malavita Organizzata, politici e Albergatori Aponensi: la vicenda Sitas, struttura alberghiera creata dal consorzio Abano Sciacca. Una iniziativa imprenditoriale di grossissimo respiro, partita da un gruppo di imprenditori di Abano Terme, per la realizzazione di undici alberghi, di cui solo 4 effettivamente realizzati con infrastrutture turistiche nella cittadina di Sciacca, in Sicilia, con richiami alla sentenza contro l'ex ministro Calogero Mannino, pronunciata della Corte d'Appello nel Maggio 2004. (vedi articolo)

Tangenti alle Terme reazioni anche a Vibo Valentia in seguito arresto del costruttore del nuovo ospedale (vedi articolo)

Tangenti alle Terme: vecchie e nuove connessioni tra imprenditori, affaristi, banche, politici e malavita.

(vedi articolo)

Associazione Europa Cultura - Italia

Pagina dedicata

Comitato Alluvione Veneto

Artigiani Esercenti Commercianti a favore della Solidarietà

Un messaggio a favore della Pace

Recupero danni Protesi Difettose Depuy della Jhonson & Jhonson news: ARRIVATI NUMEROSI NUOVI CASI DI PROTESI DIFETTOSE DEPUY Johnson end Johnson e non solo di quelle.... Vedi approfondimento

@mail per la Pace

Sostienici nella nostra lotta per la Giustizia Vera

AEC partner UnPOxExPO2015

AEC Europa Copyright © 2006. Tutti i diritti riservati.